Vinitaly

bollicinews

1. Seleziona prodotto
2. Seleziona bottiglia
3. Numero serie
4. Numero contrassegno
Per una dimostrazione
inserire il seguente
codice d'esempio:

Moscato di Asti
75 cl
aaa
1234567
bollicinews
bollicinews bollicinews

Vinitaly

Dolce

Vinexpo

Vinitaly

RASSEGNA STAMPA LADY ASTI 2014

Fa ancora parlare di se sui nostri giornali Wang Ni, la nuova LADY ASTI.

RASSEGNA STAMPA LADY ASTI 2014

Le pagine dei quotidiani nazionali raccontano il sogno di LADY ASTI 2104.

L’Asti incorona la sua “Bubble Queen”

Il 21 dicembre, a Shanghai, il Consorzio di Tutela ha eletto Wang Ni “Lady Asti 2014”. Ni sarà la nuova ambasciatrice dell’Asti nell’ambito di un più ampio progetto che mira ad aumentare i volumi di Asti Docg in Cina.

Shanghai - L’Asti Docg incorona la sua nuova “Bubble Queen”, la reginetta cinese delle bollicine. Si chiama Wang Ni ed è la vincitrice del concorso canoro Lady Asti 2014, l’X-Factor al femminile giunto alla seconda edizione dopo l’enorme successo dello scorso anno.

Wang Ni, 25 anni di Pechino, si è imposta su altre nove candidate durante la finale di gara svoltasi il 21 dicembre sul palco del prestigioso Qian Shui Wan di Shanghai, la “casa” di The Voice of China.

Slanciata, dai capelli bruni e gli occhi nerissimi, la Wang ha trionfato per qualità artistiche, estensione vocale, presenza scenica e personalità «dolce e frizzante», caratteristiche fondamentali per essere eletta Lady Asti e divenire ambasciatrice dell’Asti Docg in terra cinese.

Wang Ni parla un’inglese impeccabile e, da qualche anno, prende lezioni di italiano. Intuizione rivelatasi vincente visto che per tutto il 2015 sarà l’Ambasciatrice del Consorzio delle bollicine dolci Italiane nel “Paese di Mezzo”.

«Sono felicissima», ha confessato Ni dopo l’incoronazione. «Tra i premi c’è un viaggio in Italia e l’opportunità di seguire uno stage di canto. Spero che questa vittoria possa aprirmi le porte del mondo dello spettacolo e farmi crescere artisticamente: finora cantavo solo per hobby pur avendo avuto un breve trascorso cinematografico. Adoro lo “spotlight”!».

Tra le novità di quest’anno, oltre alla shopping card del valore commerciale di ottomila euro offerta da Fidenza Village da utilizzare durante il viaggio premio in Italia offerto dal Consorzio dell’Asti la giovane Pechinese godra’ di una serie di premi di notevole spessore artistico: uno stage presso il CET School Center del Maestro Giulio Mogol offerto dal Maestro in persona, un anno di contratto con Arcobaleno Tre (casa di produzione italiana che ha nel proprio carnet artisti quali Paolo Bonolis, Roberto Benigni e Antonella Clerici) e l’apertura del concerto di una celebre cantante italiana – il cui nome è per il momento mantenuto riservato – in programma per la primavera-estate del 2015.

Per giungere alla finale, Wang Ni ha dovuto superare audizioni, selezioni e sfide dirette, nonché il giudizio del popolo della Rete che ha valutato a colpi di click i video delle sue esibizioni.

La finale del 21 dicembre, di fronte ad un pubblico di oltre mille persone e una giuria tecnica composta da cantanti e musicisti Cinesi, è stata trasmessa in diretta mondiale sul canale streaming PPTV che vanta oltre tre milioni di utenti giornalieri.

Lady Asti è il concorso canoro ideato dal Consorzio dell’Asti e gestito da Insider International ltd dei fratelli Angelo e Vincenzo Morano. L’idea del contest nasce in seguito alle indagini del Consorzio che hanno individuato nel pubblico femminile della città di Shanghai (megalopoli da oltre 25 milioni di abitanti) un’enorme potenziale promozionale e commerciale per posizionare l’Asti Docg nell’area del glamour e del divertimento. Il concorso, una sorta di X-Factor giocato sui social network e le performance delle cantanti nelle popolari sale karaoke della città, ha visto la partecipazione di 30 mila ragazze, 5 mila sfide dirette, oltre 600 video caricati sui social network e 2 milioni di persone votanti tramite web. Quest’anno l’importante introduzione di ben 16 università e diversi centri commerciali ha permesso al brand Asti DOCG un ulteriore exposure in canali e fasce determinanti tra i “consumers” orientali.

In chiusura dello show Angelo Morano ha voluto dedicare a Pino Mango, l’artista italiano scomparso da poco “mentre faceva quello che amava di più”, un tributo, facendo cantare dal cantante italiano Antonio Voria insieme alle 10 finaliste il brano “Oro” coinvolgendo anche il pubblico cinese.”

Tra gli sponsor della finale di Lady Asti 2014 ci sono Ferrero Rocher, Peuterey, WoLee, ALFAPARF Milano, RE’DE’LE’ e Yoox.cn (fashion e-commerce) con Armani, Moschino, Kenzo, D&G e Cavalli.

«Il progetto Lady Asti mira ad aumentare i volumi di Asti Docg importati Cina attraverso modalità giovani ed innovative», spiega il presidente del Consorzio per la Tutela dell’Asti, Gianni Marzagalli. «Un’operazione coronata da successo visti i numeri positivi con cui si chiude l’anno: l’Asti spumante guadagna terreno, con un aumento percentuale del 15,6% sul 2013. In quest’ottica, stiamo preparando un piano per il 2015 che non solo vedrà riconfermato il contest di Lady Asti, ma si preoccuperà di estendere e rafforzare la presenza dell’Asti e della denominazione su tutto il territorio cinese».

Clicca QUI per vedere il video della finale.

LADY ASTI 2014 press release China

Clicca QUI per accedere ai comunicati LADY ASTI 2014

INSIDERCHINA

Wang NI è la nuova LADY ASTI 2014

L’ASTI DOCG ha incoronato la sua nuova Regina.

E’ Wang NI colei che nel cuore di Shanghai ha ricevuto la corona che le da il titolo di nuova ambasciatrice 2014 dell’ASTI in Cina.

QIAN SHUI WAN, “la casa” di the voice of China, e’ stata la location che ha ospitato la notte finale del secondo contest canoro LadyASTI firmato ASTI DOCG.

Un teatro gremito di ospiti giunti per assistere allo Show LIVE in rosa dove si sono scontrate le 10 finaliste che hanno sfoderato le loro carte migliori per aggiudicarsi il titolo di regina delle bollicine Italiane.

La finale di Lady ASTI 2014 e’ stata trasmessa in diretta mondiale da PPTV il canale streaming cinese che vanta più di tre milioni di utenti giornalieri.

La giuria tecnica costituita da tre note personalita’ di spicco del mondo musicale in Cina , Mrs Yuchaoyin, Mr. Zhangjian e Mr. Keerqinfu, insieme con Angelo Morano e Dario Tiribello, hanno giudicato le candidate da diversi punti di vista ed hanno trovato in Wang Ni la personalità giusta per rappresentare l’ASTI e LadyASTI nella grande Cina.

Presenti alla serata oltre ai rappresentanti del consorzio anche numerose personalità di spicco del jet set Shanghainese. Commovente il tributo in onore di Pino Mango  che Angelo Morano ha voluto dedicare all’artista italiano scomparso da poco “mentre faceva quella che amava di più”: il cantante italiano Antonio Voria insieme alle 10 finaliste ha intonato in una suggestiva e toccante atmosfera il brano Oro coinvolgendo il pubblico cinese.

Una serata che ha chiuso in bellezza un lungo percorso, con tante ragazze in corsa per il titolo di regina, le quali sono dovute passare attraverso dure audizioni ed una Semifinale prima di potersi esibire davanti al grande pubblico.

Tanti i brand che hanno sponsorizzato con i loro prodotti la notte in rosa di LadyASTI tra cui Ferrero, Peuterey, ALFAPARF Milano, RE’DE’LE’ e yoox.cn con Armani, Moschino, Kenzo, D&G, Cavalli

LadyASTI 2014 porta a casa tantissimi premi offerti dai partner ufficiali della competizione.

Un anno di contratto con ARCOBALENO TRE, una delle più’ prestigiose case di produzione Italiane.

Una shopping card del valore commerciale di 8 mila euro da utilizzare durante la sua permanenza italiana al FIDENZA VILLAGE.

Un stage al CET School Centre (Centro Europeo di Toscolano) del Maestro Giulio Mogol.

L’aperutra del concerto di una delle più famose cantanti Italiane, in programma per la primavera/estate 2015.

E per finire, come da tradizione, un viaggio di andata e ritorno per il paese madre dell”ASTI DOCG, l’Italia.

 

LADY ASTI 2014

Si avvicina la notte in cui l’ASTI DOCG avra’ la sua nuova regina.

QIAN SHUI WAN, “la casa” di the Voice of China, sara la location d’onore che ospitera’ la finale del contest canoro LadyASTI 2014.

Un Teatro che il 21 dicembre ospitera’ più di 1000 persone, personalità di spicco e circa 100 Media tra Italiani e Cinesi.

Un Format nato dalla volontà di Gianni Marzagalli, presidente del Consorzio per la tutela dell’ASTI, di portare uno degli spumanti più conosciuti di Italia nella grande Cina.

Un progetto ideato grazie al supporto di Angelo Morano, Managing Director di insider China e rappresentante dell’ ASTI in Cina che, insieme con il fratello Vincenzo, da due anni coopera con il Consorzio con l’obiettivo di aprire alle bollicine dolci italiane per eccellenzale porte d’Oriente.

Sono 9 le candidate in gara giunte a Shanghai da diverse parti della grande Cina per aggiudicarsi il titolo di LadyASTI 2014. Si scontreranno in un LIVE SHOW finale a colpi di canzoni e duetti, accompagnate dai 5 componenti della Band ufficiale di “The Voice of China” che rendera’ lo spettacolo ancora più  coinvolgente. La finale di Lady ASTI 2014 verra’ trasmessa in diretta mondiale da PPTV il canale streaming cinese che vanta più di tre milioni di utenti giornalieri.

Quest anno non sara’ facile per le candidate, perché oltre a brani internazionali e cinesi, si esibiranno in un brano italiano che metterà a dura prova le loro capacita’ canore.

L’arduo compito di giudicarle e di incoronare colei che rappresenterà le bollicine dell’ASTI in Cina spetta a 3 note personalità dell’industria musicale Cinese.

Yuchaoyin, famosa cantante e vincitrice del primo Star Conference, Zhangjian direttore musicale e compositore del SunNan Music Studio e, per finire, Keerqinfu musicista, critico e compositore.

Oltre alla valutazione tecnica, le candidate saranno giudicate da Dario Tiribello per la loro capacita di tenere il palco e, da Angelo Morano il cui giudizio sara’ volto alla ricerca della ragazza che, più delle altre, rispecchi le caratteristiche adatte per rappresentare l’ASTI.

Dopo le dure audizioni ed una semifinale le 9 candidate sono state scelte, tra una moltitudine di ragazze, per il loro carattere carismatico oltre che naturalmente per le loro voci.

Sarà una notte in rosa quindi, quella che il 21 Dicembre a Shanghai rappresenterà la conclusione del secondo anno del contest canoro LadyASTI ideato dal Consorio per la tutela dell’ASTI DOCG.

“I’m a bubble Queen” il motto di quest’anno, ad evidenziare il carattere frizzante che dovra’ avere la futura Regina delle bollicine dolci Italiane.

La nuova Ambasciatrice dell’ASTI drovra’ infatti sfoderare le sue carte migliori per portare a casa il bottino, che quest anno porta con se delle grandi novità:

Un anno di contratto con ARCOBALENO TRE, una delle più’ prestigiose case di produzione Italiane.

Una shopping card del valore commerciale di 8 mila euro da utilizzare durante la sua permanenza italiana al FIDENZA VILLAGE.

Un stage al CET School Centre (Centro Europeo di Toscolano) del Maestro Giulio Mogol.

L’aperutra del concerto di una delle più famose cantanti Italiane, in programma per la primavera/estate 2015.

E per finire, come da tradizione, un viaggio di andata e ritorno per il paese madre dell”ASTI DOCG, l’Italia.

 

BAGNA CAUDA DAY ALL’ ENOTECA REGIONALE DEL MOSCATO

Gentili Associati,
dopo il successo avuti nel 2013 anche quest’anno l’Enoteca Regionale “Colline del Moscato” parteciperà al Bagna Cauda Day organizzato dall’Associazione Astigiani.
Siete tutti invitati a partecipare voi e i vostri amici e parenti perchè ci sono ancora posti disponibili e nell’interresse dell’Enoteca.

Sabato 22 Novembre alle 20.00
Domenica 23 Novembre alle 12.30

I bagnacaudisti riceveranno in omaggio un quaderno edito da “Astigiani” con storia, citazioni, ricette e il galateo del “mangiatore” di bagna cauda. In omaggio anche il bavAGLIOne  d’autore, firmato da Paolo Fresu in tessuto, con logo del bagna cauda day da usare e tenere a ricordo dell’evento.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni contattare il numero 0141 89291

Visitate la nostra pagina Facebook!!

Cordiali Saluti

Il Presidente
Luciano Ratto

 

 

LA CASA DELL’ ASTI OSPITA IL LABORATORIO EXPO

Martedi 11 novembre la nuova sede del Consorzio dell’ ASTI DOCG ospiterà docenti e ricercatori delle più prestigiose università Italiane per la discussione e l’ analisi di quello che oggi viene definito il Patrimonio Culturale Alimentare.

L’industria alimentare riuscirà a nutrire il pianeta in un contesto di sviluppo sostenibile? È solo una questione economica e di sprechi oppure l’adozione di stili contradditori mettono in evidenza l’assenza di un’educazione alimentare? Quando si parla di patrimonio culturale alimentare, cosa intendiamo? All’interno del percorso antropologico di Laboratorio Expo, l’11 e il 12 novembre si tiene, sotto la direzione scientifica della Prof.ssa Marinella Carosso, un workshop internazionale che svilupperà le risposte scientifiche e antropologiche a questi interrogativi, sempre più attuali e determinanti per un futuro più sostenibile.

Laboratorio Expo, è un progetto di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e Expo Milano 2015 curato da Salvatore Veca dedicato alla riflessione scientifica sui molti volti della sostenibilità legati alle tematiche di Expo Milano 2015. Il workshop internazionale s’inserisce nell’ambito del percorso antropologico (CIBO) di Laboratorio Expo che vede come responsabile scientifico il prof. Ugo Fabietti. La parola cibo intesa qui nella sua accezione del fare società intorno al cibo: analizzando le culture del cibo, le diverse forme del rapporto con il cibo, intorno a cui si definiscono compagnie umane che includono ed escludono, allontanano e stratificano gruppi e frazioni di popolazione.

 

Oggi l’alimentazione viene “patrimonializzata”, attraverso operazioni selettive. Viene anche concepita come una categoria di patrimonio locale, regionale, nazionale riconosciuto come tale a livello internazionale. L’Unesco considera diversi aspetti dell’alimentazione come patrimonio immateriale mentre per il vino esiste la categoria dei paesaggi culturali vitivinicoli. Non esiste una sola definizione di patrimonio culturale alimentare ma ne esistono parecchie. Nel corso del workshop, che vuole essere un’arena di confronto, i migliori specialisti nazionali e internazionali presenteranno l’avanguardia delle ricerche in questo settore.

Per seguire le attività di Laboratorio Expo: www.fondazionefeltrinelli.it la pagina Facebook con la community di Laboratorio Expo www.facebook.com/fondazionefeltrinelli e la pagina su Twitter @fondfeltrinelli con l’hashtag dedicato #labexpo per suguire il live twitting dell’evento.

Per info: laboratorioexpo@fondazionefeltrinelli.itbeniculturaliantropologici@unimib.it

 

SCARICA IL PROGRAMMA DEL WORKSHOP:  Patrimonio_Culturale_Alimentare

MOTOR NIGHT AL MIRAFIORI MOTORVILLAGE

Si è tenuto Lunedi 6 ottobre presso il MOTORVILLAGE di Mirafiori l’evento MOTOR NIGHT, dove i prestigiosi marchi JEEP e FIAT hanno presentato i loro nuovi modelli, rispettivamente il RENEGADE e il restyle della 500 ABARTH.

Il Consorzio dell’ Asti ha presenziato all’ evento nella bellissima Torino notturna, come partner e sponsor offrendo in degustazione il cocktail Astihour e l’ Asti in purezza.

E stato un successo, ancora una volta, nonostante il cambio di stagione sono stati distribuiti centinaia di freschi cocktail di frutta e coppe di Asti.

Modifica disciplinare di produzione “Asti” docg

In data 17 settembre, con il n. 216, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto 9/9/2014 del Ministero delle politiche agricole alimentari riferito alla modifica del disciplinare di produzione “ ASTI “.

Le variazioni apportate riguardano il divieto di utilizzo di dispositivi di chiusura così come approvati e deliberati da Assemblea consortile.

Per vostra opportuna conoscenza vi alleghiamo il testo integrale, che potete scaricare qui di seguito.

MODIFICA DISCIPLINARE _19_set_2014

Cordiali saluti

Il Direttore  Giorgio Bosticco