Vinitaly

bollicinews

1. Seleziona prodotto
2. Seleziona bottiglia
3. Numero serie
4. Numero contrassegno
Per una dimostrazione
inserire il seguente
codice d'esempio:

Moscato di Asti
75 cl
aaa
1234567
bollicinews
bollicinews bollicinews

Vinitaly

Dolce

Vinexpo

Vinitaly

SORI’ – L’ESPRESSO rassegna stampa

Leggi l’ articolo sul sito de L’ESPRESSO.

http://espresso.repubblica.it/food/dettaglio/gli-eroici-viticoltori-dei-sori/2228166

NI WANG, LADY ASTI 2015 sulla RAI

Guarda e condividi il nuovo video di LADY ASTI 2015.

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-ec6bf1fc-a351-4204-8eb2-dd03ef458761.html

Brindisi a Vinum con il Consorzio dell’Asti

Asti docg e Moscato d’Asti docg protagonisti alla kermesse di Alba

Anche quest’anno, il Consorzio dell’Asti è protagonista della kermesse enogastronomica di Vinum, in programma ad Alba nei due fine settimana tra il 25 aprile e il 3 maggio.

Enoturisti e appassionati potranno sperimentare la dolce freschezza dell’Asti e del Moscato d’Asti docg presso gli stand dedicati al Consorzio al centro di Piazza Savona, snodo principale della città e salotto a cielo aperto.

Durante lo svolgimento della manifestazione, dalle 11.00 alle 20.00, l’intera piazza sarà dedicata alle degustazioni di Asti e Moscato d’Asti docg, in purezza oppure secondo la formula dell’Asti Hour, cocktail a base di Asti docg e frutta fresca on the rocks, perfetto per un aperitivo o un drink rinfrescante.

Le degustazioni di Asti in purezza saranno gratuite per tutti i possessori del bicchiere di degustazione ufficiale, oppure acquistabili al prezzo di 2 euro. I cocktail dell’Asti Hour saranno serviti al prezzo promozionale di 3 euro.

Compagna ideale delle degustazioni di Asti e Moscato d’Asti docg sarà la Nocciola Piemonte IGP, presente accanto agli stand del Consorzio sotto le insegne della Confraternita della Nocciola Tonda Gentile di Langa.

Come accaduto in passato, il ricavato della vendita degli aperitivi sarà devoluto in favore di associazioni dedite al volontariato, alla solidarietà o alla pubblica utilità. Quest’anno, “destinatario di dolcezza” sarà la Fondazione Ospedale Alba-Bra, il cui scopo è quello di aiutare a terminare i lavori per l’arredamento e l’acquisto di macchinari per il nosocomio che sorgerà nel comune di Verduno.

Con oltre 90 milioni di bottiglie prodotte, l’85% delle quali esportate, l’Asti e il Moscato d’Asti docg rappresentano una delle bandiere dell’enologia italiana nel mondo. Il Consorzio rappresenta oltre 10 mila ettari di vigneto coltivati tra le provincie di Asti, Cuneo e Alessandria che danno reddito e lavoro ad oltre 5 mila famiglie. Oggi, quelle stesse colline sono state riconosciute Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco per il loro valore storico, paesaggistico e la millenaria cultura legata al vino.

 

FLAVESCENZA DORATA: Guida per il contenimento delle viti rinselvatichite

Il manuale di buone pratiche agricole “FLAVESCENZA DORATA: Guida per il contenimento delle viti rinselvatichite” viene presentato in questo video didattico dall’agronomo del Consorzio dell’Asti Daniele Eberle che ha partecipato alla sua realizzazione in collaborazione con l’agronomo forestale Paolo Camerano dell’ IPLA S.p.A.

Il video è stato realizzato in un’area pilota sede delle prove di campo. CLICCA QUI PER VISUALIZZARE IL VIDEO

Il manuale contiene esempi di intervento rappresentativi delle diverse realtà di fronte alle quali i viticoltori si possono trovare a dovere operare. Viene inoltre riportato il quadro normativo regionale relativamente alla gestione di boschi e foreste con particolare riferimento alle operazioni sopra citate.

CLICCA QUI PER SCARICARE IL PDF DEL MANUALE

 

SBLOCCO DOCG ASTI – Vendemmia 2014

In data odierna l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Piemonte ha determinato lo sblocco totale della riserva vendemmiale con conseguente destinazione a DOCG Asti.
In allegato Vi trasmettiamo copia della suddetta Determina per Vostra opportuna conoscenza. (CLICCA PER SCARICARE LA CIRCOLARE )
Cordiali saluti
Il Direttore
Giorgio Bosticco

Brindisi al Vinitaly con il Consorzio dell’Asti

Ecco come Asti docg e Moscato d’Asti docg sono presenti alla kermesse di Verona

Il Consorzio per la tutela dell’Asti Docg sarà ospite del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali durante lo svolgimento di Vinitaly 2015, a Verona dal 22 al 25 marzo. (SCARICA IL PROGRAMMA)

All’interno dell’area ministeriale, (padiglione 2) nello spazio dedicato alla FederDoc (la confederazione nazionale dei consorzi di tutela delle denominazioni dei vini italiani), verrà allestito il desk dell’Asti Hour, dove si potrà brindare con Asti docg e Moscato d’Asti Docg in purezza, oppure sperimentare i nuovi cocktail a base di Asti docg e frutta. Gli incontri e gli appuntamenti in agenda al Mipaaf, inoltre, verranno salutati da un brindisi ufficiale con Asti e Moscato d’Asti docg.

L’Asti docg sarà anche protagonista dell’inaugurazione del padiglione Piemonte (P10), domenica 22 marzo.. Nell’area istituzionale Piemonte Land of Pefection e Unioncamere, alla presenza del presidente del Piemonte, Sergio Chiamparino, si leveranno i calici con Asti e Moscato d’Asti per salutare gli oltre 600 produttori piemontesi presenti al Vinitaly.

Lunedì 23 marzo, verrà presentato il libro Sorì, la fatica del sorriso, edito dal Consorzio a firma dell’enologo Lorenzo Tablino che ha raccolto le testimonianze dei vignaioli impegnati a coltivare le vigne più “eroiche” e difficili del Moscato.

La presenza dell’Asti docg e del Moscato d’Asti docg sarà anche assicurata dalle decine di consorziati che nei loro stand faranno degustare e conoscere le sfumature della dolcezza dell’Asti e del Moscato d’Asti Docg.

Il mondo dell’Asti e del Moscato d’Asti Docg coltiva quasi 10 mila ettari di vigneti in Piemonte fra le Provincie di Asti, Cuneo e Alessandria. Le vendite di Asti e Moscato d’Asti docg superano i 96 milioni di  bottiglie, oltre l’85% delle quali vengono esportate in tutto il mondo.

“JUST THE WOMAN I AM” – Un brindisi alle e con le Donne

Brindisi al femminile, quello dell’8 Marzo in piazza San Carlo a Torino.

Il Consorzio dell’Asti docg, anche quest’anno ha presenziato alla gara podistica torinese, offrendo a tutti i partecipanti una coppa di Asti docg .

Le bollicine dell’Asti docg sono state offerte, nella versione classica Asti docg e Moscato d’Asti docg, e anche nella nuova intrigante proposta dell’Asti Hour (www.astihour.it), non solo presso i desk di degustazione ma anche  nei bar storici di tutta Torino che hanno aderito all’iniziativa.

Il ricavato è stato devoluto al centro ricerche dell’Università di Torino.

La manifestazione, come preventivato, ha avuto pieno successo; più di otto mila le iscrizioni alla gara.

Piazza San Carlo, arrivo della corsa, si è trasformata nel centro della festa di chiusura ed ha ospitato migliaia di persone  che hanno poi colorato le vie e il cielo di Torino di palloncini rosa in segno di solidarietà e lotta contro il cancro.

 

SORI’, LA FATICA DEL SORRISO – comunicato stampa

A Santo Stefano Belbo il 13 febbraio il CONSORZIO dell’ ASTI DOCG ha presentato il volume: SORI’, LA FATICA DEL SORRISO.

Un testo che raccoglie le testimonianze di tredici vignaioli del moscato impegnati a coltivare le vigne più “eroiche”. E’ stato scritto da Lorenzo Tablino. con foto di Enzo Massa e ritratti di Riccardo Bosia e contributi di Roberto Cerrato, Claudio Riccabone e Daniele Eberle.

Il Consorzio lo ha editato anche con testo in inglese a fronte. 
Si è riaccesa così l’attenzione su una delle realtà più suggestive della viticoltura piemontese. Le vigne che toccano il cielo, con pendenze del 50%, superiori a quelle che affrontano i ciclisti del Giro d’Italia o del Tour de France, vanno salvaguardate. I Sorì sono preziosi per mantenere un tessuto vitivinicolo e paesaggistico unico, ottenuto grazie al lavoro di generazioni di vignaioli e oggi reso ancora più prestigioso dal riconoscimento a patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Sono con i loro filari disegnati tra le nuvole e i terrazzamenti con i muretti a secco, un’affascinante meta enoturistica.

Sono 360 gli ettari di vigne di moscato con queste straordinarie caratteristiche che il Consorzio dell’Asti intende tutelare e difendere.

L’incontro di Santo Stefano Belbo, ha inoltre offerto l’occasione per mettere a confronto altre esperienze di tutela di viticolture “estreme” in Italia e in Europa  con testimonianze di viticoltori delle Cinque Terre e della Valtellina.

 

SORI’ e FLAVESCENZA – rassegna stampa

Ancora articoli delle testate giornalistiche Nazionali

MODIFICA DEL DISCIPLINARE “ASTI” docg

scarica la nuova circolare